NEWS
Loading...

COLORI E INTERAZIONE: IL CASO DI APPLE


Prosegue la nostra analisi sull'uso del colore per definire le interazioni. Dopo la newsletter di Nike ci soffermiamo questa volta su quella di Apple.

Anche la casa di Cupertino gioca con un colore di sfondo dominante. Ma al posto dell'arancione transizionale di Nike, propone l'emozionale rosso.

Il layout della newsletter di marzo di Apple
Questo colore, al limite dello spettro cromatico, ê il più emozionale di tutti. È quello che attiva l'adrenalina. Ma a differenza dell'arancione non è un colore di transizione.

Lo spettro dei colori RGB. Il rosso è posto al limite ed è un colore associato alla condizione dell'emozione
Quindi non invita immediatamente l'utente a compiere un'azione. Ha bisogno di un ulteriore elemento visuale su cui far sfogare la passionalità che lo contraddistingue. Ecco allora comparire sul visual l'immagine del prodotto, in questi caso rappresentato da due splendidi esemplari di iPhone 7.

L'emozione si trasforma immediatamente in desiderio. I due smartphone, in diagonale disarmonica, spingono verso l'interazione. Basta allora inserire un pulsante bianco liberare la tensione "cromatica" accumulata.


La comparazione tra i layout delle newsletter Nike e Apple

Un altro caso di idea vincente grazie all'utilizzo corretto della palette dei colori.

Il posto predente su colori e interazione è il seguente:

I COLORI NELLA FUNZIONE APPELLATIVA: L'ESEMPIO DI NIKE